Pensieri impuri

            pensieri impuri john

            Le statistiche dicono che un uomo normale pensa al sesso circa 15 volte al giorno, quindi ogni 52 minuti circa, contro le 10 volte della donna. Qualcuno afferma che gli uomini ci pensano addirittura ogni 7 minuti. Significa che oggi, mentre eravate in riunione con otto colleghi maschi, qualcuno di loro vi ha immaginata nuda, appesa al lampadario come una Jane della giungla, piegata in tutte le posizioni come un origami, e non vado oltre per non farvi sprecare inutilmente una delle dieci volte in cui dovete pensarci oggi.

Grazie a Bustone per il disegno, amico equo e solidale, scrittore e disegnatore di eccelse qualità poetiche.

Vado, dopo questo post Rupert ronza alla velocità massima del multipower.

Per sorridere basta contrarre i muscoli giusti

E’ semplice descrivere un sorriso: si dischiudono le labbra, gli angoli della bocca si stirano verso l’alto, compaiono i denti e si increspa la pelle qui e là sul viso. Un sorriso può essere di circostanza, un po’ fasullo, oppure genuino e pieno di gioia. Insomma, sapete bene com’è un sorriso.

Ora immaginate di scorticare un volto, tirare via la pelle come si sbuccia una banana e sotto scoprire i muscoli che ci fanno sorridere e fare altre cose interessanti con la bocca:

 

Orbicolare della bocca. Funzione: chiude la bocca, sporge le labbra.

 

Quadrato del labbro superiore. Funzione: alza il labbro superiore.

 

Canino. Funzione: alza l’angolo della bocca.

 

Grande zigomatico. Funzione: stira energicamente verso l’alto l’angolo della bocca.

 

Risorio. Funzione: stira lateralmente l’angolo della bocca.

 

Triangolare delle labbra (o abbassatore della commessura). Funzione: trazione in basso dell’angolo della bocca.

 

Quadrato del mento (o abbassatore del labbro inferiore). Funzione: arrovescia all’esterno il labbro inferiore.

 

Buccinatore. Funzione: trazione laterale dell’angolo della bocca, espulsione di fluidi o aria raccolti fra i denti e le guance.

 

muscoli testa

Se già non eravate al corrente, adesso sapete cosa vi consente di fare le facce buffe, di sorridere e soffiare sulle candeline al compleanno.

Ma perché sono andata a rispolverare il mio vecchio libro di anatomia per l’artista? Ve lo dico subito. Avete presente le persone che quando ridono gli vanno in giù gli angoli della bocca? Ecco: il mistero del sorriso in giù di Adam Clayton, che già non riesco quasi a sentire il suono del suo basso, e per di più ride anche in quel modo sprezzante, come un ‘fanculo sottointeso. Il motivo può essere perchè il suo Triangolare delle labbra è dominante. Oppure sarà perché nessuno sente bene il basso e lui è così infelice da bloccare il Risorio, il Canino e il Grande zigomatico? Perdonami Adam, vorrei farti il solletico e vedere il tuo Grande Zigomatico contrarsi a dovere.

adam clayton1

Altro capitolo sono quelli che non sorridono affatto, che hanno tutti i muscoli della bocca paralizzati, e che quando per caso sorridono e mostrano i denti ti spaventi perché gli cambia la faccia e non li riconosci più. Qui in giro è pieno: a Genova la gente è musona, ride poco, sono tutti un po’ scontrosi. Non è un luogo comune. Anche se ad alcuni è noto il suono argentino della mia risata, normalmente anche io sembro musona, come se andassi un po’ al risparmio con l’uso di Risorio, Canino e Grande zigomatico, in perfetto stereotipo genovese.

Così mi sono inventata un Corso di Sorrisi per Musoni. Sto preparando i fascicoli settimanali.

La Prima Lezione: due minuti di sorrisi davanti allo specchio, la mattina dopo aver lavato i denti, impegnandosi nella giornata a sorridere ad ognuno almeno una volta.