Un castigo di Dio: l’invasione delle Locuzioni.

         nuvole di sabbia

       Dio ci scampi dalla piaga dei “ci sta”. Avete fatto caso? Ormai i discorsi di chiunque ne sono abbondantemente conditi. E’ il nuovo tormentone linguistico. Lo so che al mondo c’è di peggio, ma che orrore…

 

 

         Voglio dire, tra poco sarà il 13 dicembre, il giorno più corto dell’anno

         Al limite vuole dire, cioè, che il 21 o il 22 dicembre è il giorno più corto

         Mi consenta di insistere, lo sanno tutti, cioè, che il 13 dicembre è "Santa Lucia, il giorno più corto che ci sia!"

         Veda, non sono mica un organismo monocellulare a livello di Astronomia: a livello di tramonto, ci sta che lei abbia ragione ma, onde evitare fraintendimenti, attorno al 13 dicembre si accorciano le giornate, cioè, voglio dire, il Sole tramonta prima, tra le 16,41 e le 16,42

         Per cui, al limite, ci sta che il 13 è il giorno più corto?

         Ma anche no, perché a livello di ore di luce, il giorno del Solstizio d’Inverno il Sole tramonta dopo, verso le 16,44, ma a livello di alba il Sole scende in campo ancora più tardi, per cui, voglio dire, è matematico che il Solstizio sia più corto del 13, capito?

         Beh, se è così, ci sta, mi pare politicamente corretto

         Al limite ci stava che fosse il 13 prima della riforma del calendario di Papa Gregorio XIII

         Chiaro. Allora ci sta che sia il 21

         Certo che ci sta